home
sommario
noi
pubblicità
abbonamenti
mailinglist
archivio
utilità
lavora con noi
contatti
Logo Associazione Nazionale Volontari per la Protezione Civile
Patrocinio
Prociv - Arci
Associazione Nazionale Volontari per la Protezione Civile
RIVISTA

Del seguente articolo:

Aprile-Luglio/2018 - Cinema Spettacolo Costume
I funerali di Fabrizio Frizzi nella Chiesa degli Artisti in Piazza del Popolo
Fabrizio Frizzi una perdita incolmabile nello spettacolo e nel cuore di chi lo amava
Giulia Nemiz Gregory

Nella sua quarantennale carriera Fabrizio Frizzi che potrebbe anche essere definito un classico ‘romano de Roma”, anche tifoso della squadra capitolina, ha condotto quiz, varietà e talent show come “Miss Italia”, “I fatti vostri”, “Scommettiamo che...?”, “Luna Park” “Per tutta la vita” “Per tutta la vita”, “Cominciamo bene”, “Soliti ignoti - Identità nascoste”, “L'eredità”. Ha anche partecipato come concorrente in programmi di successo come “Ballando con le stelle” e “Tale e quale show” , e ha recitato nelle due serie della fiction “Non lasciamoci più”. Considerato fin dagli anni Ottanta uno dei principali volti maschili della RAI, è stato insieme a Pippo Baudo il conduttore con più trasmissioni all'attivo. È stato anche doppiatore ed è sua la voce di Woody, lo sceriffo protagonista della saga di “Toy Story”. Nel 2012 ha interpretato sé stesso nel film “Buona giornata” diretto da Carlo Vanzina. Per anni è stato conduttore di “Telethon”
Si può dire che Frizzi sia nato nel mondo del cinema perché suo padre Fulvio era un noto distributore cinematografico, già direttore commerciale dell'Euro International Film, e poi della Cineriz,. Da bimbo Fabrizio frequentò le scuole elementari alla Balduina nella “Cesare Nobili”, si diplomò al classico “San Giuseppe Calasanzio” per poi iscriversi a giurisprudenza, ma la carriera universitaria non lo attirò granché.
Nel suo ultimo saluto a Roma, celebrato alla “Messa degli Artisti” nella Chiesa di Santa Maria in Montesanto in Piazza del Popolo, c’erano il fratello Fabio, la moglie Carlotta, la figlia Stellina, colleghi della Rai, gli amici, la gente comune che lo amava. Oggi "perdiamo un amico e un fratello. Gli diciamo addio e arrivederci. Lui ha ora raggiunto i suoi cari". Così ha aperto i funerali don Walter Insero. “Sì perché Fabrizio è stato un amico di tutti ma soprattutto con la tv si è dato agli spettatori, divertendoli in quarant’anni di Rai, un vero esempio del servizio pubblico”.
Il mondo dello spettacolo era lì a salutare il grande artista che, più che un personaggio era un Uomo vero. Tutti non si possono citare ma nelle prime file nella trasmissione “La vita in diretta” vista da oltre cinque milioni di spettatori, tra gli altri si scorgevano Milly Carlucci, Carlo Conti, Flavio Insinna, Enrico Mentana, Donatella Clerici, Max Biagi, Michele Guardì, Mara Venier. Antonio Giuliani, Rita Dalla Chiesa, Eleonora Daniele, Marco Columbro, Ivana Spagna, Simona Ventura la presidente Monica Maggioni, il direttore Mario Orfeo. All’esterno, l’amico di tutti Fabrizio, è stato salutato con un caloroso e infinito applauso dalla folla gremita nella grandiosa Piazza del Popolo.
Nel suo privato tanti gli episodi di solidarietà e lui stesso ne racconta uno di quando, anni fa, donò il midollo osseo a una bimba di Erice, Valeria Favorito, salvandole la vita. Lui stesso ne parla senza enfasi spiegando che all’epoca il suo midollo risultava compatibile con quello della piccola che era in condizioni preoccupanti: sei anni dopo ebbe la più bella sorpresa della sua vita quando, mentre era in diretta tv per la “Partita del cuore”, che conduceva spesso, si vide accanto una ragazzina che voleva abbracciarlo. Era Valeria che sempre gli diceva di essere ‘la sua sorellina’. Per quell’antico gesto di amore, la città di Erice conferì a Frizzi la cittadinanza onoraria.


<<precedente sommario successivo>>
 
<< indietro
ricerca articoli
accesso utente
login

password

LOGIN>>

Se vuoi
accedere a tutti
gli articoli completi
REGISTRATI

Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!

Le parole di una vita

Cittadino Lex

gg
   
Privacy Policy