home
sommario
noi
pubblicità
abbonamenti
mailinglist
archivio
utilità
lavora con noi
contatti
Logo Associazione Nazionale Volontari per la Protezione Civile
Patrocinio
Prociv - Arci
Associazione Nazionale Volontari per la Protezione Civile
RIVISTA

Del seguente articolo:

Gennaio - Giugno/2019 - Editoriale
redazione@dossiersicurezza.com
Adottare a distanza
Ugo Rodorigo

Per le tante persone di buona volontà, uomini e donne che decidono di impegnarsi in quel grande atto di amore dell’adozione a distanza verso qualche piccolo che vive una lontana vita disagiata all’estero, l’impresa non è davvero facile. Ma non impossibile.
A parte l’ovvio consiglio di affidarsi sempre a organizzazioni ben collaudate, è generalmente abbastanza facile trovarle anche direttamente fra le tante che si offrono sul web.
Le loro inserzioni sono tutte brillanti, appaiono ben positive e accattivanti, ma ciò non toglie qualche piccolo dubbio sul futuro dei piccoli che dovrebbero essere loro affidati e non è neanche detto che qualche piccolo dubbio non possa insinuarsi nel corso delle ricerche. Regole serrate non possono davvero esistere ma un oculato e un ben consolidato controllo può anche mettere in evidenza eventuali carenze sulla loro solidità e serietà.
Orientarsi nel ginepraio di offerte che appaiono in rete non è quindi facile ed eventuali dubbi possono anche emergere a un occhio attento. L’articolo che segue, di Tiziana Fattori, è tratto da una rivista di alcuni anni fa molto diffusa - Focus - e potrebbe essere di buon aiuto per chi vuole comprendere al meglio questo problema, ma non intendiamo dare suggerimenti sui nomi di quelle organizzazioni umanitarie che propongono e incentivano le adozioni a distanza e deve essere considerato solo come pura informazione.


<<precedente sommario successivo>>
 
<< indietro
ricerca articoli
accesso utente
login

password

LOGIN>>

Se vuoi
accedere a tutti
gli articoli completi
REGISTRATI

Scrivi il tuo libro: Noi ti pubblichiamo!

Le parole di una vita

Cittadino Lex

gg
   
Privacy Policy